Categorie
Blog

La storia e le caratteristiche dello yacht

Il panfilo, conosciuto meglio come yacht, identifica una nave da diporto, con lunghezza superiore ai 24 metri, dotata di spazi curati, finimenti eleganti e cabine raffinate. Il termine yacht deriva dall’olandese jacht, che vuol dire caccia. Nell’antichità, le marine dei paesi del Nord usavano queste imbarcazioni sia per i trasporti, che per le azioni esplorative. Gli yacht sono navi leggere, veloci e pratiche. La nascita di queste navi “ultraleggere” risale agli anni di Carlo II in Inghilterra, costretto a superare mari in tempesta e l’assalto dei pirati. Nacque l’esigenza di avere a disposizione imbarcazioni pratiche e veloci. Carlo II commissionò la fabbricazione di 24 yacht reali, dando vita alla prima flotta da diporto della storia. Il primo yacht ebbe il  nome di Mary, in onore della sorella di Carlo II. Agli inizi, i panfili erano riservati ai ricchi delle classi aristocratiche. Gli yacht conobbero un’importante diffusione. In poco tempo, gli yacht si trasformarono da mezzi usati per combattere a strumenti per competizioni sportive. Nei primi vent’anni dell’Ottocento nacquero le regate. Cambiò il materiale con cui erano costruiti, ma gli yacht divennero una moda. Al termine della prima guerra mondiale, il motore degli yacht, prima a vapore, diventarono a diesel. Agli inizi degli anni ’30 fu costruito il panfilo di 125 metri, che raggiungeva i 17 nodi. Fu, però, nel 1979 che si registrò la fabbricazione dello yacht più grande al mondo, il Nabila, commissionato dal petroliere saudita Adnan Khasshoggi. Questa costruzione inaugurò l’era dei moderni megayachts. Gli yacht vengono classificati in base alla lunghezza, secondo gli standard delle norme UNI EN ISO 8666. Si fa riferimento alle imbarcazioni da diporto, se si tratta dello yacht usato nel tempo libero o per usi sportivi. Il Registro Italiano Navale divide gli yacht in 3 diverse tipologie: 1. Motor Yacht, che è l’imbarcazione a motore; 2. Vela e Motor Sailer, se lo yacht è dotato del motore e della vela. 

Hanno una carena diversa, ricorda Giovanni De Pierro, a seconda che si tratti di navi da corsa, per puntare sulla velocità, oppure barche da crociera, raffinate per design e materiali usati. Fino al 1950, legno e acciaio erano i materiali privilegiati per la costruzione degli yacht. Gli yacht in legno rappresentano un buon compromesso tra costo e mantenimento ed è usato per imbarcazioni lunghe meno di 24 metri. Uno yacht in legno è ecosostenibile, perché rilascia meno sostanze chimiche nell’aria nelle fasi di costruzione. La realizzazione di uno yacht in legno si realizza attraverso giunti calafatati, cioè impermeabilizzati, oppure usando compensato di mogano, impiallacciature o legni Marino. Gli yacht in metallo tendono a concedere qualcosa nel livello di prestazioni, ma sopportano l’onda d’urto. Gli yacht in alluminio sono costruiti mediante leghe di alluminio, che durano nel tempo e si prestano alle riparazioni. Adesso, la scelta dei materiali è più variegata. Per la costruzione dei moderni yacht viene scelto il materiale composito. Il materiale composito rappresenta quel materiale con caratteristiche non omogenee, costituito da: 1. Fibre: quelle più usate per la costruzione di uno yacht sono la fibra di vetro, la fibra di kevlar e la fibra in carbonio. A seconda di come vengono combinate e del differente metodo di tessitura, si distingue tra: tessitura mat (utilizzato per la costruzione dei primi tre strati), tessitura unidirezionale (usate nei paramezzali e nelle ordinate), tessitura 0°/90° (è la più usata), tessitura multi assiale (ha migliori proprietà meccaniche, ma è poco usato, perché è un processo costoso); 2. Resine: hanno nella viscosità e nella catalizzazione le loro caratteristiche più importanti, permettendo agli yacht di ottenere un adeguato livello di durezza. Le resine più usate per la costruzione degli yacht sono: resina poliestere (mantiene inalterate le proprie caratteristiche e permette un buon rapporto qualità/prezzo), resina viniliestere a base poliestere (ha qualità meccaniche superiori), resina viniliestere a base epossidica (è molto resistente all’acqua e offre migliori performance), resina epossidica (è una resina delicata e non consente riparazioni); 3. Prepeg: si tratta di un materiale innovativo per la costruzione degli yacht, che usa le resine fenoliche, distribuendole in modo uniforme. Il valore di mercato stimato per un settore di nicchia come quello degli yacht di lusso, riservato a pochissimi viste le cifre vertiginose (dai 18 ai 500 milioni di euro), ammonta a 22 miliardi. È importante, però, sottolineare che, nonostante i costi proibitivi e le cifre da brivido, il settore degli yacht di lusso è in costante sviluppo. 


Categorie
Blog

Curiosità: Ocean Cay, l’isola privata di MSC Crociere

L’acquisizione da parte di MSC Crociere dell’isola Ocean Cay ha fatto il giro del mondo in pochissimo tempo e negli ultimi giorni è stata finalmente aperta al pubblico. Il luogo era un ex sito industriale ed adesso è diventata una meta tropicale, grazie agli incredibili lavori dell’azienda.

La nuova meta nelle Bahamas della MSC Crociere ha finalmente aperto i battenti: nei primi giorni di dicembre infatti l’azienda ha portato, tramite una propria nave, i primi clienti sull’isola. Ocean Cay infatti era un sito industriale per l’estrazione di sabbia ma tramite i lavori degli ingegneri ambientali e diversi esperti di altri settori, il luogo è stato totalmente rivitalizzato, dai fondali oceanici fino alla fauna marina. Per poter rimettere in sesto il tutto, MSC Crociere ci ha impiegato più di 3 anni e adesso Ocean Cay è uno dei fiori all’occhiello dell’intera Compagnia. Sono stati rimossi circa 7 mila tonnellate di rifiuti metallici oltre che un attento studio del fondale, soprattutto delle colonie di corallo duro, inoltre sono state piantate circa 75 mila piante e arbusti per tutta l’isola. 

MSC Crociere ha voluto far sbarcare i primi clienti nel loro nuovo paradiso, dove è possibile ammirare un bellissimo mare cristallino, delle spiagge bianche e dei panorami letteralmente mozzafiato, il tutto immersi in una natura completamente incontaminata. In Ocean Cay si respira l’atmosfera tipica delle Bahamas e ogni cliente può decidere come trascorrere la giornata, se scoprire le bellezze della vita marina effettuando snorkeling o kayak, se concedersi al relax totale con incredibili trattamenti termali o passeggiare semplicemente nel villaggio per conoscere al meglio le tradizioni dei vari artigiani presenti. Naturalmente sarà disponibile mangiare piatti tipici presso il Seakers Food Court o in uno dei numerosi food truck presenti sull’isola, gustando prelibati cocktail e bevande locali nei vari bar. A farla da padrone ci sono i numerosi spettacoli serali, unici nel loro genere, che passano dalle bellissime sfilate di Junkanoo fino alle incredibili atmosfere delle luci del faro. 

MSC Crociere però non ha intenzione di fermarsi qui: verrà inaugurato sull’isola un Centro di Conservazione, che si focalizzerà sullo studio e la ricerca di coralli, in modo da mantenere intatta e incontaminata la bellezza dell’oceano e delle spiagge, mantenendo al centro dell’esperienza di Ocean Cay tutte le pratiche ecosostenibili. L’azienda infatti mira ad ottenere la designazione di riserva marina nelle acque circonstanti l’isola. 

Per chi fosse interessato ad approdare nell’isola privata di MSC Crociere, può acquistare un biglietto per le quattro crociere dell’azienda in Nord America, visto che tutte faranno scalo presso l’isola diversi giorni a settimana. 

Categorie
Blog

A proposito di Canados Yacht

Il business del settore degli yacht di lusso è in costante espansione. Giovanni De Pierro, classe 1950, fino a poco tempo fa è stato il leader di Canados Yacht. Con oltre 70 anni di esperienza Canados Yacht è un cantiere nautico che ha fornito al mercato circa 700 yachts di lusso, dalle dimensioni che hanno raggiunto i 35 metri di lunghezza. Roma, in modo particolare il Comune di Ostia, è stata la sede del cantiere Canados Yacht di Giovanni De Pierro. La fama del brand Canados si è diffusa nel tempo grazie alle tecniche usate e al grande numero di modelli realizzati. Infatti, la casa ha prodotto sia prototipi sportivi (tra i più famosi, Gladiator Yachts), sia modelli idonei alla navigazione (Oceanic Yachts ne è un valido esempio). Le imbarcazioni prodotte nel cantiere si dividono in tre grandi categorie: Custom Italian Yachts, Fast Expedition Yachts e Performance Sport Yachts. Tuttavia, i modelli più conosciuti e richiesti sono:

  • Canados 888 Evolution: Evoluzione del Classic 86, non si discosta dal concept del precedente. È dotato di un salone con ponte rovesciato che si affaccia sull’acqua, di altissime finestre che arrivano fino al soffitto, sala e cucina. Sul ponte sono disposte 4 cabine con VIP a prua, due cabine ospiti gemelli ai lati e la suite del proprietario;
  • Canados 969 Coliseum: Dotato di ampie finestre curve che vanno dal pavimento al soffitto, l’interno è baciato costantemente dalle luce in qualsiasi momento della giornata. Dalla suite principale è possibile osservare l’acqua, mentre la finestra di prua, scorrevole e in vetro, permette l’accesso alla terrazza, dove poter pranzare o fare colazione. Il ponte di poppa ha un design tale da permettere l’installazione di una passerella centrale, molto ampia. Essa ha consentito la messa a punto di un garage e di due saloni di coperta con due tavoli. Grazie alla presenza di una porta circolare, è possibile trasformare la zona interna in un tavolo da pranzo per esterno. Nella sala da pranzo trovano spazio un doppio salone con un locale adibito alla presenza di almeno 12 persone e un TV LED ad alta risoluzione. Sul ponte principale ci sono la cucina e la master suite. Essa si compone di: bagno a due livelli, doccia, sauna, servizi igienici, vasca da bagno e doppi lavandini;
  • Canados 108 Caesar: Si tratta di un modello che accompagna il tempo libero di chi vi sale a bordo. È dotato di una piattaforma da bagno di grandi dimensioni, di un garage che può trasformarsi in un beach club. Le grandi vetrate assicurano un contatto continuo con le acque del mare ;
  • Canados 108 Classic: Si tratta di un modello dotato di balconi a prua sagomati, due master suite (una sul ponte principale, l’altra sul ponte inferiore) ed uno spazio in cui poter inserire una biblioteca o una scrivania. Presenta grandi oblò orizzontali ed una postazione di pilotaggio rialzata.

Nonostante si tratti di modelli esclusivi e dai costi proibitivi, il mercato della nautica nel settore degli yacht di lusso è in grande crescita soprattutto negli Stati Uniti.

Categorie
Blog

Boating Market Monitor 2019

Il mercato della nautica da diporto è in continua evoluzione e secondo gli ultimi dati provenienti dal Boating Market Monitor 2019, realizzata da Nautica Italiana in collaborazione con Deloitte, si parla di un giro di affari da 22 miliardi di euro. In questo momento il punto nevralgico è il Nord America, con le imbarcazioni a motore ormai preferite a quelle a vela.

Secondo l’indagine infatti, nel 2018 il settore è aumentato del 7% rispetto all’anno precedente. Questi dati sono stati diffusi durante la tavola rotonda “Comunicare l’Eccellenza Italiana tra Artigianalità e Innovazione”, dove erano presenti ospiti illustri come il Ceo e Chairman della Lamborghini Stefano Domenicali, Brunello Cucinelli capo dell’omonima azienda, l’a.d. della Marchesi Antinori Renzo Cottarella e il presidente e Ceo di Perini Navi Lamberto Tacoli.

Circa il 90% del mercato retail infatti riguarda le imbarcazioni a motore, con il Nord America che è uno dei luoghi più prolifici, con una quota di oltre il 45% del mercato mondiale contro il 21% rappresentato dall’Europa. I superyacht sono aumentati notevolmente, (19 unità in più in confronto al 2017), di cui quasi la totalità sono stati richiesti espressamente a motore. Luca Petroni, Chairman di Deloitte Financial Advisory Italy, ha affermato che i luxury yacht sono una nicchia all’interno del mercato del lusso ma, negli ultimi anni, sono in netta crescita e l’obiettivo adesso è quello di far crescere l’attenzione su queste imbarcazioni di lusso. 

In Italia, nel solo 2018, sono state prodotte numerose imbarcazioni, per un totale di 2.5 miliardi di euro, 11% in più in confronto al 2017. Di queste navi, l’86,9% sono del settore inboard, l’8,4% di imbarcazioni a vela mentre il 4,7% di outboard & inflatable. Il mercato della nautica da diporto in Italia è specializzato nel segmento dei grandi yacht, infatti il nostro Paese è leader mondiale con una quota del 46% del portafoglio ordini di superyacht. Sulla questione è intervenuto Tommaso Nastasi, Partner del Business Advisory & Value Creation Service di Deloitte FA Italy, che ha dichiarato come l’Italia goda della leadership mondiale per la costruzione dei grandi yacht. 

Se confrontato al momento pre-crisi del 2008, il mercato attuale dei prodotti di lusso è quasi del tutto raddoppiato, con il settore della nautica di lusso che, grazie ai premium e ai superyacht, conta un giro di affari di circa 8,5 miliardi di euro, con un tasso di crescita di circa 12% negli ultimi 5 anni.

Categorie
Blog

Applicazioni per viaggiare con lo yacht

L’impatto della tecnologia ha stravolto tutti i settori, alcuni rendendoli molto più user friendly, come quello nautico. Grazie agli smartphone, tablet e via dicendo, è possibile avere informazioni difficili da reperire e sono numerose le applicazioni per viaggiare con lo yacht. 

Solcare per il mare non è mai stato così facile come in questo periodo, con le varie app disponibili sui vari store principali che possono aiutare in qualunque momento. Attualmente sono disponibili più di 60 milioni di applicazioni per quanto riguarda la navigazione e, visto che i dettagli fanno la differenza specialmente su uno yacht, ci sono diversi programmi ideali per tutti gli appassionati. 

Chiunque voglia salire su una qualsiasi imbarcazione deve essere a conoscenza del meteo, in maniera da incontrare meno problemi possibili e pianificare facilmente il proprio itinerario. Per questa ragione, una delle migliori applicazioni per le previsioni è sicuramente YachtWeather, che facilmente permette di studiare un percorso favorevole in particolare per chi adora effettuare lunghe traversate, inoltre l’applicazione è utile per gli tutti gli appassionati degli sport acquatici. L’app include informazioni in tempo reale su diversi fattori, come la temperatura, la direzione e la velocità del vento, il rischio di possibili tempeste, umidità, lunghezza delle onde e molto altro ancora. 

Se siete in mare aperto e state cercando l’imbarcazione di qualche amico, l’app Ship Finder è l’ideale. Tramite questo software infatti si può scoprire in tempo reale quali navi sono in mare – grazie ad un radar virtuale – e individuare le numerose mappe dettagliate delle centinaia località di tutto il mondo. In pochi secondi infatti si può scoprire contemporaneamente in che acque si sta navigando e soprattutto con chi, e Ship Finder può diventare utile anche in caso di pericolo per richiedere soccorso. Panoramio invece è un’altra applicazione molto utile per viaggiare con lo yacht, visto che con il suo infinito archivio fotografico permette con pochi passaggi di pianificare lunghi viaggi, in base alle proprie preferenze. Con quest’app si possono scoprire tutte le informazioni necessarie dei luoghi da visitare, in più grazie ai vari articoli di Wikipedia presenti, si potrà venire a conoscenza di ogni minimo dettaglio della storia e della cultura delle mete. Con Panoramio potete anche condividere con gli amici o altri appassionati tutte le informazioni di cui si viene a conoscenza e con pochi click si potrà pianificare il proprio viaggio oltre che diffondere le proprie conoscenze.

Categorie
Blog

Global Luxury Yacht Market 2019-2024

Nell’ultimo periodo MRInsights.biz ha pubblicato il Global Luxury Yacht Market Growth 2019-2024, un’attenta analisi del mercato degli yacht di lusso. Si tratta di uno studio molto dettagliato che analizza la possibile crescita del settore, ed è stata presentata agli addetti marketing in maniera semplice ed esaustiva.

Il Global Luxury Yacht Market è stato suddiviso in vari segmenti: per regione, offerta, azienda e per i clienti. Seguendo questa analisi è emerso che dal 2019 al 2024 ci sarà un incredibile aumento del mercato nautico, in particolare per quel che riguarda il settore degli yacht di lusso, in più nei prossimi anni ci si concentrerà sulla urbanizzazione e industrializzazione delle nuove regioni emergenti, che porteranno importanti cambiamenti in tutto il mercato. L’analisi effettuata da MRInsights.biz ha un ruolo fondamentale per quanto riguarda la ricerca del mercato degli yacht di lusso, poiché raccoglie ed offre informazioni dettagliate su tutte le possibili potenzialità del settore, inserendo anche consigli su come migliorare ed adeguare i vari servizi già presenti. 

Il Globaly Luxury Yacht Market infatti funge da vero e proprio report, dovendo analizzare importanti dati del mercato: classificare i settori in base all’offerta, regione, tipologia e compagnia; analizzare e prevedere il mercato; condurre analisi di prezzo per il mercato degli yacht di lusso; prevedere ed esaminare con attenzione possibili espansioni, fusioni e lanci di nuovi prodotti e classificare le varie aziende operanti sul mercato. Il settore degli yacht di lusso è in continuo aumento ma deve tener conto dei cambiamenti dell’industria, dei clienti, della regione e del marketing, dove quest’ultimo può essere diretto o indiretto. Il mercato infatti è classificato in tre parti: residenziale, commerciale e industriale, con una forte distinzione tra yacht di lusso con il motore e quelle con la vela.  

Il Global Luxury Yacht Market 2019-2024 ha analizzato a fondo tutte le possibili regioni, partendo dall’America fino all’Europa, tenendo presente anche Africa, Medio Oriente e Asia. Questo report ha porterà importanti benefici, esaminando tutti i vari operatori principali del settore, analizzando le nuove regioni e il loro impatto sull’economia, tutte le restrizioni e le opportunità di mercato descritte dettagliatamente, con il loro impatto sul mercato mondiale, la possibile evoluzione dei fornitori e acquirenti utilizzando il modello delle cinque forze competitive di Porter, oltre ad un rapporto riassuntivo di tutte le attuali e future tendenze del settore, in modo da riconoscere facilmente le opportunità di investimento. 

Categorie
Blog

Viaggiare in yacht: le misure di sicurezza da adottare

Quali sono le misure di sicurezza da adottare per viaggiare in yacht? Effettuare un viaggio in yacht è una delle esperienze migliori per ogni appassionato di mare. Queste navi infatti sono dei piccoli gioielli che solcano i mari con tutti i confort e gli optional inimmaginabili, accompagnate solitamente da uno staff preparato per accontentare ogni richiesta.

Lo yacht, chiamato anche panfilo, è una nave da diporto superiore ai 24 metri ed è generalmente un mezzo di trasporto molto costoso. Esistono varie versioni di queste barche, perché possono essere sia con il motore che senza, e questo fa lievitare il prezzo in maniera esponenziale, come le dimensioni. Avere uno yacht infatti comporta una spesa non indifferente oltre a una serie di misure di sicurezza da rispettare, di cui lo staff si interessa in prima persona. Una delle cose principali da fare quando si è in possesso di uno yacht è la manutenzione: si deve sempre controllare lo stato della barca, verificando i motori, gli impianti e i vari interni, senza considerare lo stato degli equipaggiamenti d’emergenza, come i giubbotti di salvataggio o – se presente – la scialuppa. Per essere protetti da qualsiasi pericolo, è obbligatorio infatti avere anche vari oggetti che permettono di essere individuati anche a molti chilometri di distanza, come i razzi di segnalazione, i vari fischietti o campane.

Quando si viaggia in yacht si devono tenere presenti le numerose regole di circolazione in mare, in modo da tenersi a debita distanza da altre possibili imbarcazioni, senza dimenticare le regole del diritto di precedenza. Lo staff presente sulla nave deve conoscere tutte queste procedure in modo da garantire un viaggio senza pensieri ai presenti. Le misure di sicurezza però non sono esclusivamente per la propria imbarcazione, infatti è raccomandato tenere sempre accesa la radio, in maniera da tenere sotto controllo possibili richieste di aiuto da parte di terzi o possibili informazioni utili per la navigazione. Molto importante avere a bordo i kit di primo soccorso, in caso qualcuno possa soffrire di insolazione, ipotermia o di altre problematiche in caso un individuo finisca in mare. Su ogni imbarcazione sono presenti inoltre vari strumenti tecnologici che permettono anche di controllare il meteo in tempo reale, in più è necessario anche un radar, uno dei dispositivi più importanti per quanto riguarda la sicurezza.  

Chi viaggia in yacht spesso non deve tenere conto di tutte queste misure di sicurezza in quanto è presente uno staff che si occuperà di tutto ciò, oltre che rendere indimenticabile la traversata cercando di minimizzare ed eliminare qualsiasi problema.